Balconi fioriti a casa tua

Balconi fioriti a casa tua

Prepararsi alla primavera

Non siamo ancora fuori dall’inverno, lo dimostrano le temperature ancora fredde che stiamo sentendo in questi giorni ma la primavera arriverà presto e dobbiamo cominciare a pensare a come rendere più bella la nostra casa, come portare nelle case la rinascita della vita, con i colori, i profumi di questa splendida stagione in arrivo.

Il tuo balcone parlerà per te, si riempirà di fiori profumati oppure semplicemente belli da ammirare. All’inizio della primavera sul balcone potrai mettere piante di taglia piccola, compatte in attesa del tripudio della natura che verrà verso l’estate. Puoi già cominciare ad acquistare le tue piante fiorite per preparare il tuo balcone, ecco alcune piante che ti proponiamo di acquistare.

Ciclamini

Sono tipici di inizio primavera, fioriscono tipicamente a marzo, rinascendo dopo il periodo invernale in cui hanno un po’ patito il freddo ma non nelle serre dove sono coltivati. Pur amando il tepore primaverile i ciclamini patiscono se esposti alla luce diretta del sole, afflosciandosi rapidamente. Esponili, quindi in una zona del balcone più in penombra in modo che non patiscano. Nonostante la loro apparente fragilità, però, i ciclamini resistono abbastanza bene agli stress termici, se li tratti bene godrai della loro fioritura colorata per buona parte della primavera.

Primule

Questi semplici fiori ma sempre belli nella loro semplicità, sono disponibili in molte varietà che si differenziano per colori e forma della corolla. In questo periodo in cui le temperature notturne sono ancora un po’ basse, la varietà migliore da tenere sul terrazzo è quella denominata “Ballerina” che resiste maggiormente agli sbalzi termici. Si presenta con fiori doppi a coppa in una vasta gamma di colori, un’altezza di circa 15 cm, con una base fogliare importante. Sistemate in sottovasi rettangolari, accostando più piantine di diverso colore, danno un notevole impatto visivo. Per stare bene hanno bisogno di un terreno ben drenato e mantenuto leggermente umido: dureranno tutta la primavera.

Piante a bulbo

La famiglia delle bulbose è estremamente varia ma in primavera ti consigliamo Narcisi e Tulipani che acquisterai ovviamente già sviluppati. In ogni caso occorre considerare che queste piante vengono spesso vendute in vasetti eccessivamente ristretti e con poca terra, per cui è opportuno provvedere a rinvasarle in vasi almeno più grandi di 6 cm per consentire alle radici il giusto sviluppo. Naturalmente sarà necessaria anche un’aggiunta di terra e devi prestare attenzione che vi sia un adeguato drenaggio.

Il vaso, a sua volta, dovrà essere forato, non ponete queste piante in vasi ciechi perché il ristagno d’acqua facilmente farebbe marcire il bulbo. Se vuoi porre narcisi e tulipani sulla ringhiera, dove sono maggiormente esposti al vento, ti consigliamo di scegliere varietà di media altezza e vigorose in modo che resistano di più. Utile anche rinforzarli con un bastoncino che funga da tutore per lo stelo.

Bisogna considerare che le follie del tempo sono sempre possibili, soprattutto in questo periodo di transizione: improvvisi cali delle temperature e, a seconda delle zone, ancora possibili nevicate devono essere tenute in conto; le piante primaverili, in questi frangenti, vanno riparate con teli traspiranti e portandole in posizione maggiormente accostata alle pareti del balcone, se non vuoi portarle dentro casa, per riposizionarle una volta passata l’ondata del colpo di coda invernale.

Le piante primaverili, inoltre, hanno un metabolismo lento, per cui non necessitano di essere bagnate tanto, anzi, occorre bagnarle solo sporadicamente quanto basta per mantenere il terreno umido e lo stesso vale per i fertilizzanti, da usare con parsimonia e solo ogni tanto e poco per volta, queste piante non ne hanno molta necessità, anzi, pensando di far loro del bene, faresti il contrario.

Pamela

Lascia un commento